Ormai é diventata consuetudine il voler rovinare a tutti i costi le emozioni che il gioco del calcio trasmette, riempiendosi la testa e soprattutto la bocca di ragionamenti scientifici che non hanno alcun senso perché il calcio é tutto meno che scienza.
Se poi la rete tv di riferimento é quella nazionale, si fatica a sentire commentare un’intera partita, per incompetenza ed incapacità. Una noia pazzesca…
Alla fine del match poi, se per sbaglio vi dimenticate di cambiare canale subito, il calcio viene spiegato da giornalisti in giacca e cravatta chiusi in uno studio tv o in un angolo dello stadio, dove giustificano il loro stipendio trovando spiegazioni su qualcosa che non conoscono nemmeno.
Perché il calcio é uno sport straordinario, ma prima di tutto é un gioco.
Se perdiamo questa caratteristica allora andiamocene tutti a pescare.
Se dunque alla fine devo sentir giustifcare l’ingiustificabile, mi annoio e smetto di guardare le partite.
In realtà la soluzione migliore é di smettere di guardare i post partita, non tutti magari, ma quelli ignoranti si.
Perché infastidiscono invece di incuriosire. Non spiegano nulla e non sono in grado di capire nulla.
Rendono lo sport più bello al mondo il più stupido in assoluto.
Il calcio é sport, fatica, intuizione, talento, genio, capacità di interpretare e di sapersi re-inventare, istinto e spirito di squadra.
Per favore non mettiamolo su di un tavolo cercando di trovare per forza motivazioni di logica che non esistono perché il calcio signori miei, non dimentichiamolo, é e deve restare un gioco.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar