Register
A password will be e-mailed to you.

La storia di Buddy non deve far commuovere, ma deve far incavolare e non poco.
Perché ovunque si trova quel disgraziato che gli ha dato una polpetta avvelenata possa ricevere il messaggio che gli alpini stessi hanno voluto condividere… perché prima o poi nella vita chi ha fatto questo potrebbe aver bisogno in una situazione estrema di soccorso e Buddy purtroppo non potrebbe trovarsi sul posto a dargli una mano.
Qualcuno lo chiama karma, altri giustizia divina. Noi di divino ci vediamo poco.
Buddy era giovane, destinato a fare un mestiere per cui probabilmente era nato perché terribilmente bravo. Pieno di vita e pronto a dare la vita per trovare esseri umani in difficoltà.
Proprio gli stessi esseri umani, o almeno uno spostato di loro, ha visto bene di avvelenare Buddy per qualche insana ragione.
Ma Buddy in soli 20 mesi di vita ha lasciato un segno indelebile in molte persone che lo hanno conosciuto, mentre il cretino che butta polpette avvelenate dovesse morire oggi stesso probabilmente non avrebbe lasciato nessun segno indelebile in nessuno di quelli che lo hanno conosciuto.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Bonucci e i nostri figli
September 13, 2018
Povera Italia
September 11, 2018
La politica del nulla
September 10, 2018
Skip to toolbar