Alcuni passeggeri dei voli British Airways si sono trovati a dover pagare il cibo e le bevande a bordo.
Dunque si è passati dal cibo gratuito, o meglio compreso nel prezzo del biglietto, ai sandwiches Marks & Spencer.
Una scelta inattesa, dettata da un mercato che vanta ormai nella riduzione dei costi una politica ferma e comune per tutti e non solo per le compagnie low cost.
Il punto fermo rimane che per quanto si possa viaggiare in economy i biglietti British non costano proprio come quelli di EasyJet o Ryanair, dunque se il taglio dei costi comporta una riduzione dei servizi offerti con il costo del biglietto, a questo punto cosa porterebbe i clienti ad acquistare da British? L’aeroporto più comodo in vicinanza alle grandi città?
Siamo certi che questo non basta al viaggiatore moderno.
Sulle tratte brevi il servizio è già attivo e secondo la compagnia i passeggeri amano poter scegliere di mangiare meglio, pur pagando.
Tanto per sapere, un pacchetto di patatine M&S in volo costa 1 sterlina, mentre una focaccia pomodoro e mozzarella circa 4,95 sterline.
A presto dunque è prevedibile il cambiamento anche sui voli intercontinentali.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar