Una bambina di soli 5 anni é stata multata per aver venduto delle limonate fresche per strada.
Qualcosa di molto comune in America e Regno Unito.
Bambini che cercano di raccimolare qualche soldo per pagarsi magari un nuovo gioco o un biglietto di ingresso per un parco.
Così a seconda se nel bicchiere piccolo o grande si può pagare per strada una limonata da mezza sterlina o mezzo dollaro negli Stati Uniti, sino ad un dollaro o una sterlina.
Qualcosa che é entrato nella tradizione di questi Paesi, qualcosa che esiste da sempre.
Certo non proprio ogni angolo di strada, ma qualcosa che c’é sempre stato e che dovrebbe esserci sempre.
Perché i bambini non pagano tasse, non sanno nemmeno cosa siano. Loro vedono il mondo in maniera semplice e trasparente non come noi adulti che vediamo tutto in maniera contorta e per secondi fini.
Ebbene da ieri vendere limonate per strada é rischioso.
Perché una bimba ieri é stata avvicinata da alcuni poliziotti, tra cui uno che indossava una bodycam, e le é stato intimato di smetterla di vendere limonate per strada senza permesso.
Nel frattempo l’hanno multata con un’ammenda di 150 sterline che se pagata subito sarebbe diventata di 90 sterline.
La bimba ha radunato le sue cose ed insieme al suo papà se n’é tornata a casa umiliata e demoralizzata.
Ora, a parte il fatto che con un minuto di crowfunding potremmo pagare la multa alla bimba, nel frattempo potremmo chiedere anche il nome del poliziotto che ha fatto la multa?
Perché il limite tra il comprensibile e l’incomprensibile é ben marcato e solo una limitata capacità mentale non lo conosce e tanto meno lo rispetta.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar