Possiamo raccontarvi come tutti le novità del nuovo iPhone 8 o dello straordinario iPhone X e di certo lo faremo presto, ma per questa volta lasciateci raccontare come le vera rivoluzione arriva sul nostro polso.
Come sempre accade con Apple, anche questo Special Event di presentazione, tenutosi per la prima volta nel nuovo Steve Jobs Theater, é stata una carrellata di nuovi prodotti Apple che anche questa volta hanno entusiasmato una platea di appassionati della mela californiana.
Ma tra tutte le presentazioni quella che ci ha tenuto con gli occhi sbarrati per tutto il tempo questa volta é stata quella del nuovo orologio Apple.
Apple Watch Series 3 può controllare il nostro battito cardiaco, gestire le nostre giornate e da oggi può anche essere usato come telefono, con lo stesso numero che abbiamo nel nostro iPhone. Da oggi non serve più avere l’iPhone a portata di mano per fare in modo che l’Apple Watch interagisca con lui, da oggi lo smartphone lo possiamo lasciare tranquillamente a casa perché il nostro Apple Watch Series 3 é in grado ricevere telefonate ed effettuare chiamate proprio come un telefono.
La corsa degli smarphones nella direzione della qualità sta appiattendo le loro funzionalità.
Alla fine un telefono serve per telefonare e se si tratta di uno smartphones deve potersi collegare ad internet facilmente, da questo punto in poi non ci aspettiamo varianti innovative impensabili fino ad oggi.
Mentre un orologio da polso oltre a darci l’ora, può gestirci la giornata, effettuare chiamate, collegarsi ad internet e quando non serve la definizione e la qualità di uno smartphone, l’orologio é terribilmente più comodo da portare in giro, più di qualsiasi smartphone al mondo. E questa volta a nostro parere proprio l’orologio Apple ha fatto il passo più in avanti di tutti gli altri prodotti Apple.
Adesso sembra che sia l’Apple Watch a portare quelle innovazioni al nostro polso che pensavamo non possibili sino a poco tempo fa.
Semplicemente innovativo. Semplicemente rivoluzionario.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar