Ventinove anni fa Antonio Marci aveva avvicinato un ragazzino sotto la doccia ed aveva abusato di lui. Questo ragazzino é cresciuto e qualche giorno fa, per pura casualità, ha riconosciuto l’uomo in un bar.
Da quella segnalazione e da quelle indicazioni sono partite le indagini dei Carabinieri che nei giorni scorsi sono terminate con l’arresto dell’allenatore.


Antonio ieri sera si é suicidato nel carcere di Alessandria dove era rinchiuso. Si é messo un sacchetto di plastica in testa e si é tolto la vita, con lo stesso coraggio con cui per anni ha abusato di molti ragazzini dell’alessandrino.
Ora, per cortesia smettiamola di far passare la notizia come una tragedia umana.
I ragazzini coinvolti in ben 30 anni di abusi sono tanti e su di loro dovrebbe portarsi l’attenzione sotto forma di tragedia umana che la nostra società dovrebbe condannare duramente.
Antonio ha compiuto un gesto estremo una volta scoperto, questi ragazzi si porteranno le sue bestialità per il resto della loro esistenza.

Nel bilocale del signor Antonio sono state ritrovate un numero imprecisato di videocassette con filmati di rapporti completi che il mostro ha avuto con un grosso numero di baby calciatori.
Schede con i volti e le caratteristiche dei ragazzini, fotografie, mutandine e abitini.
Per cortesia non sbagliatevi nel leggere la notizia di un mostro travestito da allenatore, che ha abusato di moltissimi ragazzini che potrebbero essere stati i nostri stessi figli, non sbagliate a confondere da che lato della storia indirizzare la tragedia umana, perché non si trova dal lato di un miserabile che si é tolto la vita ieri nel carcere di Alessandria.

About The Author

Profile photo of Veronica Vestri

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar