Un calcio moderno, fatto di sacrificio collettivo e di interpretazioni nuove. Le fasi del gioco del calcio non sono più come una volta e possono modificare persino nella stessa partita.
Se il campionato spagnolo ha i giocatori migliori al mondo, quello inglese quest’anno ha i tecnici migliori al mondo.
E sono tutti rimasti a guardare, da Guardiola che senza Messi ha perso il posto d’onore, sino a Mourinho ed i suoi investimenti milionari sicuri ma poco concreti e per nulla affidabili.
Tutti a guardare un giovane allenatore italiano, considerato da molti il migliore al mondo, che ha insegnato il calcio agli inglesi in una stagione epocale per la Premier League e per il Chelsea.
La passione per il calcio e per il sacrificio, il senso del dovere e della responsabilità, insieme ad una dose mai sufficiente di fatica e lavoro.
Il calcio moderno di Messi e Ronaldo aveva fatto credere che era il solo talento a fare la differenza.
Conte ha dimostrato che sono ben altri i fattori, ha preso una squadra di ottimi giocatori che venivano da una stagione inutile, li ha trsforati in combattenti, lottatori. Ha preso 11 giocatori singoli e li ha fatti squadra a sua immagine e somiglianza.
Hanno imparato a lottare e a sacrificarsi, a correre e prendere botte.
Il cammino non é stato semplice, all’inizio in molti davano l’esonero di Conte sicuro entro Natale.
Oggi se lo sono dimenticato tutti. Oggi lui é il calcio e insegna calcio ovunque vada ad allenare.
Non facciamo confusione, non é il nuovo Guardiola, si chiama Antonio Conte e sta scrivendo una pagina di storia del calcio da solo.
Difficile fare una classifica in questi casi e a noi non piace molto. Non sappiamo se sia il migliore allenatore in circolazione, ma nel frattempo provate a trovarne uno migliore in giro se ci riuscite.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar