Come in un film di spie russe o americane, lo hanno raggiunto durante una manifestazione anticorruzione e lo hanno caricato su di un pulmino con la forza e portato via per poi dichiarare poco dopo lo stato di fermo.
La folla ha assaltato il pulmino al grido “fascisti”.
La tensione é ai massimi livelli a Mosca e nuove tensioni di registrano in tutta la Russia dopo che la notizia si é diffusa sul web.
Navalny é prima di tutto un blogger che ama organizzare manifestazioni contro Putin ed il suo Governo, anche se le sue sono definite dallo stesso Alexei manifestazioni anticorruzione.
Mentre scriviamo tafferugli sono in corso in diverse città della Russia tra cui San Pietroburgo.
Navalny sta diventando una vera e propria spina nel fianco per Putin, ma la libertà di parola non dovrebbe essere nagata a nessuno.
Tanto meno pensare che arrestando Andrei si possono soffocare le rappresaglie, questo é l’errore più stupido che si possa fare.
Ed ora in Russia cominciano ad essere in tanti a dubitare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar