Airbus si sta lanciando sul mercato americano e lo sta facendo in grande stile. Sta per lanciare la prima flotta di droni per scopi commerciali anche se la regolamentazione degli stessi é ancora da definire.
La nuova sussidiaria che si chiama Airbus Aerial sta per sbarcare in Europa approfittando di una regolamentazione ancora da perfezionare, mentre in Europa, la società di base francese non ha ancora ottenuto i permessi necessari per avviare il suo business.
Il punto d’arrivo é di cominciare entro il prossimo anno ad offrire un servizio sia per enti governativi che per aziende che possa svariare dal controllo di torri telefoniche a quello di ispezione di linee ferroviarie sino a quello di controllo dei ponti ed un monitoraggio per l’agricoltura.
I primi tests sono stati programmati per i prossimi mesi e l’utilizzo potrebbe diventare continuativo entro il 2018.
Airbus non nega che lo stesso sistema di trasporto possa essere utilizzato in un futuro molto vicino per la consegna di pacchi o persino la distribuzione del servizio di trasmissione dati in aree svantaggiate.
Entro il 2027 si prevede dalle prime proiezioni dichiarate dalla Airbus, che il mercato dei droni possa riguardare un valore netto attorno ai 127 bilioni di dollari.
Oggi le regolamentazioni dei droni non sono ancora al passo con lo sviluppo degli stessi, le restrizioni anche negli Stati Uniti sono importanti e Airbus prova a oltrepassarle offrendo una dimostrazione sul campo di quanto possano migliorare la nostra vita e la nostra sicurezza.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar