by Alice Restelli

Il Presidente del Senato in Brasile ha dato il via ad una speciale sessione di voto per definire se accettare il procedimento d’accusa a carico del Presidente Dilma Rousseff.
Perdere questo voto significherebbe un periodo di sospensione e di verifica di almeno 180 giorni, con l’accusa di aver manipolato i conti governativi.

Sembra che le manovre fiscali che hanno portato a risollevare i debiti dei conti pubblici non siano stato proprio del tutto regolari.
Ma non solo, sono sarebbero anche stati usati conti di banche nazionali per coprire con priorità assoluta le sue spese personali e gli incentivi.

Se le cose si dovessero mettere male per lei, sarà il suo vice Michel Temer a prendere il suo posto sino alle prossime elezioni del 2018.

About The Author

Profile photo of admin

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar