Richard Phillis é stato arrestato nel 1971 per un omicidio che non ha mai commesso.
Mentre era in carcere si era messo a dipingere proprio per non pensare all’ingiustizia che questa vita aveva riservato per lui.
“Così passavo il tempo e smettevo di pensare a quello che mi stava accadendo, dipingere mi ha salvato la vita” ama ripetere.
Un giorno però, dopo 46 anni, qualcuno si é presentato alla sua cella e gli ha comunicato che stava per essere rilasciato perché dichiarato innocente in seguito a nuovi esami.
Ora si parla di un risarcimento record, di circa 1,5 milioni di dollari per un detenuto innocente che ha trascorso più tempo dietro alle sbarre di chiunque altro nella storia degli Stati Uniti.
Ironia della sorte, le sue opere stanno vendendo molto bene, come se la vita all’improvviso avesse deciso di sorridergli.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar